La Valle d’Aosta torna ad essere protagonista di grandi eventi sportivi


La Valle d’Aosta torna a essere protagonista di grandi eventi sportivi. Il 2018 vedrà infatti svolgersi sulle strade e sulle salite della nostra Regione una delle tappe più affascinanti del Giro d’Italia  che sarà a Cervinia il 26 maggio.

Il passaggio del Giro d’Italia in Valle d’Aosta rappresenta un grande evento non solo per gli appassionati di ciclismo, poiché riveste un’importante valenza promozionale per tutta la Regione – spiega l’Assessore al Turismo Claudio Restanosi tratta di un ulteriore riconoscimento per la professionalità organizzativa sempre dimostrata in occasione di manifestazioni di rilievo internazionale, che potrà garantire, al contempo, importanti ricadute economiche sul territorio”.

L’edizione del prossimo anno partirà da Gerusalemme e si concluderà a Roma dopo aver attraversato tutta la penisola. In questo contesto, l’Assessorato regionale del turismo e il Comune di Valtournenche stanno lavorando attivamente affinché la Valle sia grande protagonista di questa edizione con una tappa  che potrà essere decisiva per la vittoria finale del Giro e dare così ampia visibilità alla nostra Regione e alle sue specificità.

Da alcuni mesi, con i vertici del gruppo RCS e con Gazzetta dello sport, l’Assessore Restano ha sviluppato un crescente rapporto di collaborazione teso a definire un progetto ampio e di grande portata per la promozione dell’intera Valle d’Aosta. In queste settimane sono infatti in corso contatti e incontri con questo importante gruppo editoriale, per la definizione di un progetto in grado di coinvolgere il mondo dello sport come attrattore turistico.

Non solo grande ciclismo, ma anche grande sci, infatti  a Cogne torna ad essere protagonista lo sci di fondo internazionale con i Mondiali Master che si aggiungono alla tappa Opa Cup – Coppa Europa in calendario per il 3 e 4 marzo 2018. Si attende anche il prossimo congresso FIS a Zurigo la settimana prossima per la definizione dei calendari di Coppa del Mondo, all’interno dei quali Cogne è candidata a ospitare la tappa del febbraio 2019. Una conferma dell’alto livello tecnico, organizzativo e di ospitalità che il paese del Gran Paradiso e la Valle d’Aosta sono in grado di garantire sullo scenario degli eventi sportivi internazionali.

Siamo convinti  – conclude Restano – che l’abbinamento sport-turismo sia un valido strumento per accrescere ulteriormente la notorietà della nostra Regione sugli scenari nazionali e internazionali”.

Condividi questo articolo